Bob Geldof a John Travolta – Genitori famosi che hanno tragicamente sopportato la morte di un bambino

I fan hanno avuto il cuore spezzato quando domenica è stata diffusa la notizia scioccante della morte di Jamal Edwards e la sua scomparsa è stata tristemente confermata dalla sua famiglia.

La mamma e la conduttrice televisiva Brenda Edwards, che ha raggiunto la fama in The X Factor, hanno rilasciato una dichiarazione emotiva, annunciando che il suo amato figlio era morto all’età di 31 anni.

“È con il più profondo dolore che posso confermare che il mio bellissimo figlio Jamal Edwards è morto ieri mattina dopo un’improvvisa malattia”, ha detto.

“Io, sua sorella Tanisha e il resto della sua famiglia e dei suoi amici siamo completamente devastati. Era il centro del nostro mondo”.

Purtroppo, altri volti famosi nel corso degli anni hanno subito il colpo devastante della perdita di un figlio, tra cui Bob Geldof, John Travolta e la defunta Kelly Preston e il dottor Dre.

John Travolta e Kelly Preston







John e Kelly avevano il cuore spezzato per la morte del loro figlio maggiore Jett
(

Immagine:

REUTERS)

La coppia di Hollywood ha avuto il cuore spezzato quando il loro figlio maggiore, Jett, 16 anni, è morto in seguito a un incidente durante una vacanza alle Bahamas.

La star di Grease John, insieme a sua moglie Kelly e agli altri due figli Ella e Benjamin, sono rimasti devastati quando Jett ha avuto un attacco dopo aver sbattuto la testa nella vasca da bagno della loro casa di vacanza.







L’attore aveva uno stretto legame con il suo primogenito
(

Immagine:

REUTERS)

Jett, che aveva una storia di convulsioni dall’età di due anni, gli era stata diagnosticata la malattia di Kawasaki quando aveva 15 mesi ed era anche nello spettro dell’autismo.

Purtroppo, quella non è stata l’unica tragedia che ha colpito la famiglia Travolta, poiché l’attrice Kelly è morta in seguito a una battaglia contro un cancro al seno nel luglio 2020.

Bob Geldof







Bob ha purtroppo perso la figlia Peaches nel 2014
(

Immagine:

PAPÀ)

Il musicista e filantropo condivideva la figlia Peaches con la sua ex moglie Paula Yates, morta tragicamente per overdose di eroina nel 2000 all’età di 41 anni.

Bob aveva il cuore spezzato quando Peaches, che era sposata e aveva due figli piccoli, è morta nel 2014, dopo un’overdose di eroina. Aveva 25 anni.

“Siamo al di là del dolore. Era la più selvaggia, la più divertente, la più intelligente, la più spiritosa e la più matta di tutti noi”, ha detto la cantante dei Boomtown Rats in una dichiarazione dopo la sua morte.







La madre di Peaches, Paula Yates, era tristemente morta nelle stesse circostanze 14 anni prima
(

Immagine:

Immagini AFP/Getty)

“L’abbiamo amata e la ameremo per sempre”.

Bob ha detto che aiuta il vedovo di Peaches, Thomas Cohen, con i due figli piccoli della coppia – Astala, sette anni, e Fedra, sei – e ha descritto i suoi nipoti come “oltre stupidamente carini”.

Nel 2020, ha parlato del dolore travolgente che prova quando pensa alla sua defunta figlia,

“Sarò al semaforo e comincio a piangere e penso: ‘Stai piangendo’. E io dico: ‘Lascia perdere. Lascia che accada.’ Poi comincio a singhiozzare, singhiozzi tormentati. Piango e poi singhiozzo”, ha detto alla rivista Event.

Regina Re







Regina portava regolarmente suo figlio alle anteprime dei film e alle cerimonie di premiazione
(

Immagine:

Getty Images per LACMA)

A gennaio di quest’anno, l’attrice premio Oscar è stata scossa dalla morte improvvisa del suo unico figlio Ian Alexander Jr., all’età di soli 26 anni.

Regina ha rilasciato una dichiarazione straziante quando è arrivata la notizia della morte di suo figlio, che è stata ufficialmente dichiarata suicidio da un medico legale.

“La nostra famiglia è devastata a livello più profondo dalla perdita di Ian. È una luce così brillante che si è preoccupato così profondamente della felicità degli altri. La nostra famiglia chiede rispettosa considerazione durante questo periodo privato. Grazie”, ha detto.







La vincitrice dell’Oscar è rimasta senza figli dopo la morte del suo unico figlio
(

Immagine:

@iamreginaking/Instagram)

Regina ha condiviso suo figlio con il produttore discografico dell’ex marito Ian Alexander Sr., e il duo madre-figlio è apparso spesso insieme a eventi sul tappeto rosso.

“Tu non sai cos’è l’amore incondizionato. Potresti dire di sì, ma se non hai un figlio, non sai di cosa si tratta”, ha detto in precedenza del suo legame indissolubile con suo figlio.

Dr Dre







Il figlio del rapper, Andre, è stato trovato morto nel 2008
(

Immagine:

@CurtisYoung/Twitter)

L’icona dell’hip-hop ha subito una tragica perdita nell’agosto 2008, quando suo figlio di 20 anni Andre Young Jr. è stato trovato morto nella sua casa in California.

Andre è morto per un’overdose di eroina e morfina ed è stato trovato da sua madre, Jenita Porter, nel suo letto, ma i paramedici non sono stati in grado di rianimarlo ed è stato dichiarato morto sulla scena.

“Il dottor Dre è in lutto per la perdita di suo figlio Andre Young Jr. Per favore, rispetta il dolore e la privacy della sua famiglia in questo momento”, ha detto un rappresentante del rapper in una nota.

Il killer di Still Dre non ha mai parlato della perdita di suo figlio.

Nick Cannon






Nick aveva il cuore spezzato dopo la morte di suo figlio di cinque mesi

A dicembre, la star televisiva, attore e musicista ha annunciato la triste notizia che suo figlio di cinque mesi, Zen, era morto dopo una coraggiosa battaglia contro un cancro al cervello.

Nick e la modella Alyssa Scott hanno pianto la perdita del loro bambino, a cui era stata diagnosticata una forma rara e aggressiva di cancro al cervello poche settimane dopo la sua nascita.







Nick ha parlato apertamente del suo dolore dopo la morte di Zen
(

Immagine:

Nick Cannon)

“Il mio cuore è a pezzi. Avrei voluto fare di più, passare più tempo con lui, scattare più foto. Avrei voluto abbracciarlo più a lungo”, ha detto in una nota.

“E’ stato un privilegio essere la mamma di Zen. È così bello e incoraggiante vedere anche dei perfetti sconosciuti essere toccati e commossi dalla luce dello Zen”, ha condiviso la modella Alyssa.

Sinéad O’Connor






Sinead aveva chiesto aiuto per localizzare suo figlio Shane dopo che era scomparso

La cantante di Nothing Compares 2 U ha annunciato la morte del figlio diciassettenne Shane all’inizio di questo mese e ha condiviso la notizia in un post straziante sui social media.

“Il mio bellissimo figlio, Nevi’im Nesta Ali Shane O’Connor, la vera luce della mia vita, ha deciso di porre fine alla sua lotta terrena oggi e ora è con Dio”, ha twittato Sinead.

“Che riposi in pace e che nessuno segua il suo esempio. Il mio bambino. Ti amo tanto. Per favore, stai in pace”.







Ora ha promesso di non cantare mai più dal vivo
(

Immagine:

Redferns tramite Getty Images)

L’adolescente è stato trovato morto dopo essere scomparso dall’ospedale e Sinead ha detto ai suoi fan che Shane aveva pianificato il suo funerale un mese prima di togliersi tragicamente la vita.

La cantante, che ha condiviso suo figlio con il musicista Donal Lunny, 74 anni, ha recentemente promesso di non cantare mai più dal vivo dopo la sua straziante perdita.

Marie Osmond







Marie ha detto che suo figlio è stato vittima di bullismo, il che ha contribuito al suo tragico suicidio
(

Immagine:

Collezione Ron Galella tramite Getty Images)







La star televisiva e cantante era sconvolta per la perdita del figlio diciottenne
(

Immagine:

Corbis tramite Getty Images)

Nel 2010, la cantante e star televisiva è rimasta sconvolta dalla triste notizia che suo figlio diciottenne Michael Blosil si era tolto la vita.

L’adolescente era uno degli otto figli di Marie e del marito Brian e nel 2007 Michael è entrato in riabilitazione per ragioni sconosciute.

L’ex star di Osmonds ha parlato della tragica morte di suo figlio durante un’intervista con Oprah Winfrey quasi 10 anni dopo la morte di suo figlio, e ha detto che Michael soffriva di depressione perché vittima di bullismo.

Ha detto che suo figlio è stato “molto pesantemente vittima di bullismo” fino a quando non si è tolto la vita e ha detto di essere stato preso di mira “a causa della sua sobrietà”.

Eric Clapton







Conor è morto in un terribile incidente a New York
(

Immagine:

Specchio giornaliero)







Eric ha scritto Tears In Heaven per cercare di affrontare il dolore travolgente
(

Immagine:

Specchio giornaliero)

L’iconico rocker ha subito un colpo devastante nel 1991, quando suo figlio di quattro anni Conor Clapton è morto in un terribile incidente.

Eric ha condiviso il giovane con l’attrice italiana Lory del Santo, e suo figlio è stato accudito da una tata mentre si trovava nell’appartamento di sua madre al 53° piano a Manhattan.

Conor morì da una finestra dell’appartamento, lasciando i suoi genitori con il cuore spezzato per l’insensata tragedia.







Il rocker ha parlato dell’influenza positiva che il suo giovane figlio ha avuto sulla sua vita
(

Immagine:

Associazione Stampa)

Per affrontare il suo dolore, Eric ha scritto la canzone di successo Tears In Heaven, che contiene il testo emozionante: “Mi terresti la mano? Se ti vedessi in paradiso?”

Il musicista ha descritto suo figlio Conor come “l’unica cosa nella mia vita da cui potrebbe venire fuori di buono”, ed è diventato sobrio quando è nato.

“Quando è nato, stavo bevendo, ed è stato davvero il motivo principale per cui sono tornato in cura, perché amavo davvero questo ragazzo”, ha detto Eric durante un’intervista allo show statunitense 60 Minutes nel 1999.

Per saperne di più

Per saperne di più

.

Leave a Comment