Bruno Mars e Silk Sonic danno il via alla residenza a Las Vegas: recensione

Silk Sonic, il super-duo composto da Bruno Mars e Anderson .Paak, ha dato il via alla sua residenza a Las Vegas al Dolby Live di Park MGM venerdì sera con una produzione liscia come le giacche di velluto indossate sul palco dalle due star.

“Serata d’apertura!” .Paak gridò presto. “Non ci hai ancora lasciato risolvere i nodi.”

Era un ammonimento vuoto: .Paak sapeva che c’erano pochi nodi da avere nella produzione ermetica e sapientemente coreografata.

Mentre Mars è presente a Las Vegas da anni, Friday è stato il debutto in residenza per Silk Sonic e .Paak. “An Evening with Silk Sonic”, come viene soprannominata la produzione, ha segnato la prima volta che i due si sono esibiti in uno spettacolo dal vivo completo dall’uscita del loro album soul ispirato agli anni Settanta, anch’esso intitolato Una serata con Silk Sonic — nel novembre 2021.

Il duo ha chiuso la serata con “777”, un’ode ai casinò di Las Vegas e alla cultura del gioco d’azzardo, e il loro successo sensuale e senza tempo “Leave the Door Open”, nominato per Record of the Year, Song of the Year e Best R&B Performance at i prossimi Grammy Awards. Ma era un’atmosfera piena di sentimento ed energica che mescolava disco, funk, R&B e rock che legava insieme l’intero spettacolo.

Silk Sonic ha un solo album di nove tracce al suo attivo, e lo hanno suonato tutto venerdì sera, inclusa l’introduzione che apre l’LP. Per arricchire lo spettacolo di 90 minuti, Mars e .Paak si sono immersi in alcuni dei loro successi. “Treasure” di Mars e “Am I Wrong” di .Paak sono stati consegnati con arrangiamenti lenti e sexy, e i due hanno entusiasmato la folla alternandosi dietro la batteria: Mars ha mantenuto il ritmo per “Come Down” di .Paak, mentre Paak ha suonato a “Runaway Baby” di Marte. Mars ha anche suonato chitarra e bonghi per tutta la notte.

Le 5.200 persone nel teatro si sono sottoposte non solo all’atmosfera vecchia scuola della produzione, ma anche alla politica dei telefoni cellulari del duo: i dispositivi sono stati rinchiusi nelle borse Yondr prima dell’ingresso. Mars e .Paak si sono divertiti a prendere in giro i loro fan privi di tecnologia, a un certo punto cantando: “Ti abbiamo portato via il telefono / ti abbiamo portato via i telefoni”. Il motivo, hanno detto, era semplice: “Quello che succede a Las Vegas dovrebbe rimanere a Las Vegas, ecco perché”.

Dalla moda al gioco di gambe, lo spettacolo è stato un capolavoro di nostalgia degli anni Settanta. La band indossava camicie di seta lucida e pantaloni a zampa d’elefante, e la sezione dei fiati mostrava mosse perfettamente coreografate. Intermezzi strumentali, complimenti della band di sette elementi e numeri di ballo hanno punteggiato la notte. Silk Sonic ha detto che volevano che la felicità sul palco si riverberasse tra la folla. “Voglio vedere tutti ballare”, ha implorato Mars. La maggioranza era felice di accontentare.

Come hanno fatto per il loro album, Mars e .Paak si sono avvicinati al suono e allo stile della Motown, al funk e al soul vintage sul palco del Park MGM: lo spettacolo avrebbe potuto rivaleggiare con alcuni dei più grandi nomi di Detroit di un’epoca passata. C’era anche un inconfondibile elemento di sex appeal. In vista della serata di apertura, i cartelloni pubblicitari in giro per la città hanno promosso An Evening with Silk Sonic come “La festa più sexy dell’anno”. Nemmeno le famose riviste di showgirl di Las Vegas potrebbero competere.

La residenza di Silk Sonic comprende 25 spettacoli e durerà fino alla fine di maggio.

Setlist di An Evening with Silk Sonic:
“Introduzione di Silk Sonic”
“777”
“Pattinare”
“Il treno dell’amore”
“Vola come me”
“Questo è ciò che mi piace”
“Ho sbagliato”
“Tesoro”
“Fumare fuori dalla finestra”
“Fai un sorriso”
“Scendere”
“Bambino in fuga”
“Dopo la scorsa notte”
“Decolla”
“Lascia la porta aperta”

Leave a Comment