Grandi eventi in giardino in Europa nel 2022

Il 2022 promette di essere un anno eccezionale per le mostre di giardini e fiori in Europa, con mostre di fama mondiale come la Floriade, una volta ogni decennio, nei Paesi Bassi; Euroflora Genova in Italia, che si tiene in genere ogni cinque anni e rinviata dal 2021; e il Festival Internazionale del Giardino, Domaine de Chaumont-sur-Loire in Francia, che celebra il suo 30° anniversario, a partire da aprile. Gli amanti dei fiori che desiderano iniziare presto a vedere le fioriture primaverili possono recarsi al Tulip Festival Amsterdam a marzo.

PAESI BASSI

Annuale dell’Olanda Festa dei tulipani Amsterdam, 24 marzo-15 maggio è uno dei grandi eventi d’Europa, che attira (pre-pandemia) centinaia di migliaia di visitatori in città e nei vicini Giardini Keukenhof, a circa mezz’ora di auto. Qui, lungo circa 15 chilometri di sentieri da giardino fiancheggiati da aiuole dai colori brillanti e allestimenti floreali, fontane e stagni, puoi ammirare innumerevoli varietà di tulipani tra i sette milioni di bulbi (piantati a mano). Le previsioni settimanali del festival raccontano cosa sta sbocciando e dove nei giardini e nei vicini campi di fiori. Mentre i tulipani sono lo spettacolo principale al Keukenhof, i giardini presentano anche altre fioriture primaverili come narcisi e giacinti. Durante il festival troverai mostre di tulipani in tutta Amsterdam, con diverse parti della città che mettono in risalto vari tipi di fiori. La famosissima sfilata dei fiori celebra il suo 75° anniversario nel 2022 e si svolgerà il 23 aprile.

Gli amanti dei fiori e dei giardini hanno un ulteriore vantaggio quest’anno: una volta ogni decennio Floriade Expo 2022, la mega mostra orticola internazionale che si terrà ad Almere (anche a circa mezz’ora di auto da Amsterdam) da Dal 14 aprile al 9 ottobre. Il tema di questa edizione sarà Growing Green Cities”, un argomento selezionato per affrontare il fatto che in meno di 30 anni quasi il 70 per cento della popolazione mondiale vivrà nei centri urbani. Centinaia di partecipanti internazionali e nazionali esamineranno i modi per rendere più verde la vita in città con mostre, presentazioni e workshop. I padiglioni metteranno in mostra le innovazioni nell’architettura e nell’orticoltura efficienti e sostenibili dal punto di vista energetico, nelle tecnologie verdi e nelle strategie per una vita più sana.

FRANCIA

Il Festival Internazionale del Giardino, Domaine de Chaumont-sur-Loire (21 aprile-6 novembre 2022). Questa stravaganza annuale del giardino, che si tiene sul terreno del castello Chaumont, a due ore e mezza di auto a sud-ovest di Parigi, celebra il suo 30° anniversario nel 2022. Come molti castelli, Chaumont ha una storia lunga e intricata, con i primi costruzione risalente all’anno 1000, anche se la proprietà è stata ricostruita nel corso dei secoli. Caterina de Medici, quando regina di Francia, un tempo possedeva la tenuta, ma la diede all’amante di suo marito, Diane de Poitiers, dopo la morte del re. (Potrebbe sembrare un gesto insolitamente magnanimo, ma la de Medici aveva messo gli occhi su un altro premio, il castello di Chenonceau, in cui viveva Poitiers. Quindi la regina e l’amante si sono praticamente scambiate le case.) I giardini del castello sono di annata più recente, risalenti della fine del 1800, abbellito per volere di una coppia aristocratica, il principe e la principessa di Broglie. (La principessa, ereditiera dello zucchero, acquistò la proprietà nel 1875. Fu l’ultima proprietaria privata del castello.)

Il festival di quest’anno si concentrerà sulla creazione di quello che gli organizzatori descrivono come il “giardino ideale”, tenendo conto delle realtà e delle preoccupazioni contemporanee come il riscaldamento globale, l’urbanizzazione e la sostenibilità. Ad architetti del paesaggio e ad altri che compongono team multidisciplinari è stato chiesto di esplorare quali dovrebbero essere i giardini moderni, considerando gli elementi estetici, ecologici e terapeutici che potrebbero includere.

ITALIA

Unione Europearoflora Genova23 aprile-8 maggio. Rinviata dal 2021 a causa della pandemia, Euroflora Genova si svolge circa ogni cinque anni con i massimi specialisti orticoli italiani e internazionali che partecipano allo spettacolo di fiori e piante. Per decenni Euroflora ha avuto sede a Genova – la principessa Grace e il principe Ranieri fecero il viaggio da Monaco per il suo debutto nel 1966 – ma come per l’ultima mostra, anche questa avrà sede nella bellissima periferia balneare della città, Nervi. (I treni da Genova Piazza Principe a Nervi sono frequenti e impiegano da 21 minuti a mezz’ora.) Le presentazioni dei principali designer e vivai, specie rare ed elementi dell’acqua del giardino saranno presentate nei vasti parchi di Nervi e lungo i sentieri in riva al mare; gli interni e i giardini dei musei includeranno mostre di fiori o arte topiaria. (Per un sobborgo relativamente piccolo che un tempo era una città indipendente, il numero di musei è impressionante: la Wolfsoniana, la Galleria d’Arte Moderna e la Collezione Frugone prenderanno parte a Euroflora.) Paesi Bassi, Monaco, Russia, Cina e Spagna sono tra i partecipanti internazionali; L’Italia sarà rappresentata da varie regioni tra cui Liguria, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Euroflora ospiterà anche concerti di musica classica organizzati dal Teatro dell’Opera di Genova Carlo Felice.

.

Leave a Comment