Il documentario di Evan Rachel Wood ha una data di uscita

Le date della prima del documentario di Evan Rachel Wood Fenice in aumento sono stati annunciati da HBO. Guarda il trailer qui sotto.

Il film, che documenta la decisione di Wood di nominare Marilyn Manson come la sua presunta molestatrice, ha due parti, intitolate Non cadere e In piedi. Non cadere andrà in onda martedì 15 marzo, mentre In piedi arriva il giorno seguente.

Regia di Amy Berg, Phoenix Rising: Non cadere inizialmente presentato in anteprima al Sundance Film Festival del 2022. Il film completo sarà disponibile per lo streaming su HBO Max dal 15 marzo.

Nel nuovo trailer, Wood dice: “Sono qui oggi per parlare di Brian Warner noto anche al mondo come Marilyn Manson”.

La clip presenta anche la madre di Wood, che descrive Manson come “un predatore” e suo fratello, che dice “tutti guardavano Marilyn Manson e non stavano guardando Brian Warner”. Altrove nel trailer, ci sono filmati di Wood che testimonia davanti ai legislatori.

L’anno scorso, l’attore ha accusato pubblicamente Manson, il suo ex partner, di abusi, sostenendo di aver iniziato a farle il trucco quando era un’adolescente e di “avermi abusato in modo orribile per anni”.

Il musicista ha negato tutte le accuse di Wood e le accuse di altri, sostenendo che i suoi accusatori stavano “cercando cinicamente e disonestamente di monetizzare e sfruttare il movimento #MeToo” lanciando un “attacco coordinato contro di lui”.

Dopo che Wood ha accusato pubblicamente Manson, altre donne si sono fatte avanti con le proprie accuse contro la rock star. Tra loro c’erano Game of Thrones l’attore Esme Bianco – che ha citato in giudizio Manson per presunte aggressioni sessuali, abusi fisici e traffico di esseri umani – e la sua ex assistente Ashley Walters, che lo ha citato in giudizio per aggressione sessuale, percosse e molestie. Manson nega fermamente queste affermazioni.

Marilyn Manson nel gennaio 2020. CREDITO: Leon Bennett/WireImage

Nel nuovo film, Wood discute il video musicale del brano di Manson del 2007 “Heart-Shaped Glasses (When The Heart Guides The Hand)”, accusandolo di “essenzialmente violentarla” durante le riprese.

“Non è niente come pensavo sarebbe stato”, ha detto Wood delle riprese del video, che vedeva lei e Manson fare sesso sul set. “Stiamo facendo cose che non erano quelle che mi erano state proposte”.

In una dichiarazione a NME dall’avvocato di Manson Howard King, ha detto delle accuse: “Di tutte le false affermazioni che Evan Rachel Wood ha fatto su Brian Warner, la sua rivisitazione fantasiosa della realizzazione del video musicale “Heart-Shaped Glasses” 15 anni fa è la più sfacciato e facile da smentire, perché c’erano più testimoni.

“Evan non solo è stato pienamente coerente e coinvolto durante i tre giorni di riprese, ma è stato anche fortemente coinvolto in settimane di pianificazione della pre-produzione e giorni di montaggio post-produzione del montaggio finale.

“La scena di sesso simulata ha richiesto diverse ore per essere girata con più riprese utilizzando diverse angolazioni e diverse lunghe pause tra le impostazioni della telecamera. Brian non ha fatto sesso con Evan su quel set e lei sa che è la verità.

Per aiuto, consigli o ulteriori informazioni in merito a molestie sessuali, aggressioni e stupri nel Regno Unito, visitare il sito web di beneficenza Rape Crisis. Negli Stati Uniti, visita RAINN.

Leave a Comment