Il Liverpool è felice di essere dolorante nel sedere di Man City

Jurgen Klopp si è detto felice che l’allenatore del Manchester City Pep Guardiola consideri il Liverpool come un “dolore al cuore” e ha esortato la sua squadra a continuare a spingere i campioni della Premier League nella corsa al titolo.

Il Liverpool andrà a tre punti dalla capolista City con una vittoria sul Leeds United ad Anfield mercoledì.

– Trasmetti in streaming ESPN FC ogni giorno su ESPN+ (solo USA)
– Non hai ESPN? Ottieni l’accesso istantaeo

– Check-in della corsa al titolo: Premier League ancora in palio

Una serie di otto vittorie consecutive ha visto il Liverpool arrivare a breve distanza dal City in campionato, raggiungere la finale della Carabao Cup e fare un grande passo verso i quarti di finale di Champions League.

Dopo la vittoria infrasettimanale del City allo Sporting Lisbon, Guardiola ha detto scherzosamente alla CBS Sports che il Liverpool era un “rompicapo” e Klopp ha detto che vuole che la sua squadra continui a infastidire lo spagnolo.

Alla domanda sulla corsa al titolo in una conferenza stampa martedì, Klopp ha risposto: “Innanzitutto, è importante essere vicini alla vetta, chiunque sia in cima, perché questo dimostra che alcune cose stanno andando nella giusta direzione.

“Nelle ultime quattro stagioni – non siamo stati circa un anno a causa dei nostri problemi e abbiamo avuto delle difficoltà – ma prima era una gara folle. Entrambe le squadre sono in grado di fare cose speciali, devo dire con tutto il rispetto [because] quello che sta facendo il City è incredibile.

“Penso che ci stiamo spingendo anche a vicenda, non solo noi perché non dimentico le altre squadre come il Chelsea, [Manchester] United, Arsenal e Tottenham. Ma ci stiamo spingendo a vicenda ed è così che ti fa andare avanti. Non c’è possibilità di diventare un po’ morbido perché l’altro sarà subito lì a prenderti.

“Penso che quello che ha detto Pep che siamo il dolore nella parte bassa della schiena, è una buona descrizione ed è così che dovrebbe essere. Cerchiamo di essere il più fastidiosi possibile in qualche modo finché non abbiamo la possibilità di sorpassare, ma non lo so quando sarà o se sarà così, ma quello che ho sempre detto è che abbiamo i momenti decisivi della stagione ma non siamo a febbraio, siamo a marzo e aprile”.

Klopp ha anche sottolineato l’importanza di prendere sul serio ogni partita con molti che anticipano la trasferta del Liverpool all’Etihad ad aprile come potenziale decisivo per il titolo.

“Devi essere abbastanza vicino per prendere una decisione nella tua direzione e non so se sarà così perché quello che facciamo è piuttosto speciale, e non mi aspetto che accada ogni settimana e non puoi voltarti partite ogni settimana”, ha aggiunto.

“Dobbiamo dare il massimo per giocare la migliore stagione possibile per noi e purtroppo solo due volte l’anno in Premier League affrontiamo l’altra squadra [City].

“Il primo è stato un pareggio in cui non siamo stati brillanti ma abbastanza bravi per ottenere un punto, e il successivo non è stato ancora giocato e dobbiamo giocare anche con le altre squadre tra cui Tottenham e United. Non ci sediamo qui e contiamo quei punti come fatti e poi aspettiamo metà aprile per la partita del City.

“Ma quello che i ragazzi hanno fatto negli ultimi quattro anni è piuttosto speciale e sono contento di questo, ma non eccessivamente felice che penso che sia abbastanza. Finora, non è una brutta stagione, ma le decisioni verranno prese più tardi e abbiamo solo per assicurarci di essere sempre dentro e fuori quando verranno prese queste decisioni”.

Klopp ha anche confermato che Diogo Jota e Roberto Firmino non saranno disponibili ad affrontare il Leeds e ad affrontare una battaglia per essere in forma per la finale di Carabao Cup contro il Chelsea il 27 febbraio.

.

Leave a Comment