La Uefa ha pre-preparato la dichiarazione finale di Champions League incolpando i fan “in ritardo” | Uefa

La dichiarazione della Uefa che apparentemente incolpa i tifosi del Liverpool per aver causato il ritardo all’inizio della finale di Champions League a Parigi è stata preparata molto prima del giorno della partita, ha appreso il Guardian. Il comunicato, diffuso sul grande schermo allo Stade de France, annunciava che il ritardo del calcio d’inizio previsto per le 21 della finale tra Liverpool e Real Madrid era stato causato dal “ritardo arrivo dei tifosi”.

La dichiarazione ha fatto infuriare i tifosi del Liverpool, migliaia dei quali erano ancora bloccati in code caotiche fuori dallo stadio nonostante fossero arrivati ​​tre o più ore prima delle 21:00. Circa 15.000 tifosi del Liverpool erano stati trattenuti in una pericolosa coda di bottiglia a un posto di blocco perimetrale dei biglietti, quindi era stato negato l’accesso allo stadio ai tornelli chiusi da steward e polizia.

Come mostrato dall’indagine visiva del Guardian, la polizia di Parigi aveva indirizzato i tifosi del Liverpool a un posto di blocco dei biglietti utilizzando un percorso alternativo che era stato un pericolo noto dal 2016, che coinvolgeva migliaia di persone incanalate attraverso una stretta metropolitana sotto l’autostrada A1. Il rischio di schiacciamento si è sviluppato in coda e ai tornelli chiusi per lunghi periodi. Molti tifosi del Liverpool, che avevano pagato fino a £ 600 alla Uefa per i biglietti, hanno anche subito brutali polizie antisommossa, inclusi spray al peperoncino e gas lacrimogeni, e attacchi da parte di uomini francesi locali.

La dichiarazione che incolpa l’arrivo tardivo dei tifosi è stata decisa nelle fasi di pianificazione della partita, in quanto quella che potrebbe essere utilizzata in caso di rinvio del calcio d’inizio, ha capito il Guardian. Al termine della partita l’Uefa ha rilasciato una seconda dichiarazione, incolpando “migliaia di tifosi” alla fine del Liverpool con “biglietti falsi” per il ritardo del calcio d’inizio.

Per molti tifosi del Liverpool i pericoli subiti durante la partita e le due dichiarazioni della Uefa che li incolpavano erano echi traumatici del disastro di Hillsborough del 1989. Lì, 97 sostenitori sono stati uccisi illegalmente in una cotta a causa della grave negligenza della polizia del South Yorkshire, ma la forza ha fatto un falso caso per incolpare i sostenitori in ritardo e senza biglietto per aver causato il disastro.

Ian Byrne, un deputato del Liverpool e tifoso presente alla partita, ha dichiarato: “Trovo davvero scioccante e orribile sentire che la Uefa – la confederazione delle federazioni calcistiche europee, inclusa la FA inglese – aveva una dichiarazione pre-preparata in cui incolpava i tifosi, come spiegazione standard per un kick-off delay. Farlo ai tifosi del Liverpool dopo tutto quello che abbiamo passato è spaventoso. Abbiamo bisogno di risposte complete su come sono state prese tutte queste decisioni”.

Steve Rotheram, il sindaco della regione della città di Liverpool, ha chiesto che la “revisione indipendente” della Uefa del quasi disastro allo Stade de France includa un’indagine completa sulla decisione di ritardare inizialmente il calcio d’inizio di soli 15 minuti. Ha detto che il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, sembra aver preso la decisione nell’area VIP dello stadio, dopo le conversazioni con i dirigenti della Uefa e un contingente di ogni club.

Una scena allo Stade de France mentre la polizia usa gas lacrimogeni sui tifosi del Liverpool. Fotografia: Adam Davy/PA

Rotheram era anche nell’area VIP ad assistere alle discussioni sulla crisi, essendo stato derubato del cellulare e del portafoglio fuori dalla metropolitana, quindi scortato in salvo da un agente di polizia francese.

Rotheram ha affrontato Ceferin sui pericoli esterni, ma ha detto che il presidente ha risposto in modo sprezzante che la Uefa si era “uccisa” per mettere in scena la finale, dopo averla cambiata da San Pietroburgo a febbraio. Rotheram dice di aver risposto con preoccupazione che i fan all’esterno potessero essere uccisi e che Ceferin ha ribattuto: “Questa conversazione è finita”.

Rotheram ha quindi scritto a Ceferin il 6 giugno accusandolo di essere “difensivo”, dicendo che era “deluso”. Ceferin aveva interrotto la conversazione. La sua lettera ha anche criticato la decisione iniziale di ritardare il calcio d’inizio di soli 15 minuti: “I ritardi frammentari rispetto all’orario di inizio dimostrano solo la sottovalutazione della gravità della situazione io e altri (compresi i rappresentanti del Liverpool FC e della Federcalcio) aveva chiaramente espresso”, diceva la lettera.

Ceferin ha risposto il 10 giugno dicendo: “Non è mai stata mia intenzione essere irrispettoso”, pur riconoscendo che “potrei essere apparso brusco”. Ha spiegato di essere “certamente” consapevole della gravità della crisi: “Sentivo di dover troncare la nostra discussione perché in quel momento avevamo problemi più grandi da risolvere: assicurarsi che non ci fossero vittime, fare in modo che i fan con i biglietti potessero entra nello stadio e, finalmente, inizia il gioco”.

La lettera di Ceferin non affronta le critiche di Rotheram al rinvio del calcio d’inizio, ma fa riferimento alla recensione dell’Uefa, affermando che il suo compito è quello di capire appieno cosa è successo a Parigi e assicurarsi che “non accada mai più”.

Il presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin, in foto a Parigi il giorno prima della finale di Champions League.
Il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, in foto a Parigi il giorno prima della finale di Champions League. Fotografia: Franck Fife/AFP/Getty Images

Rotheram ha detto al Guardian: “Come i tifosi del Liverpool sanno a nostro caro prezzo, dopo aver subito il disastro di Hillsborough in cui il calcio d’inizio non è stato ritardato, la decisione è vitale per la sicurezza delle persone, in quanto può alleviare una crisi pericolosa. Alla fine, il calcio d’inizio a Parigi ha dovuto essere ritardato di 36 minuti. Quindi è necessario rispondere alle domande su come e perché inizialmente sono stati scelti 15 minuti”.

Della seconda dichiarazione che incolpa i tifosi del Liverpool con biglietti falsi, Rotheram ha detto che credeva che la Uefa volesse scaricare la colpa sui fan.

“Era uscito dal playbook; non si sarebbero presi la responsabilità. Ho avuto quella sensazione nell’area VIP, che non volevano essere ritenuti responsabili come organizzazione”.

La revisione dell’Uefa, annunciata due giorni dopo la finale, dovrebbe produrre un resoconto entro la fine di novembre. Il 3 giugno l’organizzazione ha chiesto “sincere scuse” agli spettatori “che hanno dovuto vivere o assistere a eventi spaventosi e angoscianti nella preparazione della finale di Uefa Champions League… che avrebbe dovuto essere una celebrazione del calcio europeo per club”. Tuttavia la Uefa non ha ammesso di per sé alcuna mancanza, né ha ritrattato le dichiarazioni che incolpano i tifosi del Liverpool.

  • Download the Guardian app from the iOS App Store on iPhones or the Google Play store on Android phones by searching for ‘The Guardian’.
  • If you already have the Guardian app, make sure you’re on the most recent version.
  • In the Guardian app, tap the yellow button at the bottom right, then go to Settings (the gear icon), then Notifications.
  • Turn on sport notifications.
  • “,”credit”:””,”pillar”:2}”>

    Guida veloce

    Come posso iscrivermi agli avvisi delle ultime notizie sportive?

    Mostrare

    • Scarica l’app Guardian dall’App Store iOS su iPhone o dal Google Play Store sui telefoni Android cercando “The Guardian”.
    • Se hai già l’app Guardian, assicurati di utilizzare la versione più recente.
    • Nell’app Guardian, tocca il pulsante giallo in basso a destra, quindi vai su Impostazioni (l’icona a forma di ingranaggio), quindi Notifiche.
    • Attiva le notifiche sportive.

    Grazie per il tuo feedback.

    Il Guardian ha inviato alla Uefa una serie dettagliata di domande, sulle dichiarazioni e sulla decisione di ritardare di 15 minuti il ​​calcio d’inizio, ma si è rifiutata di rispondere. Un portavoce ha ripetuto le scuse e ha dichiarato: “La UEFA non risponderà più alle tue domande fino alla fine dell’indagine indipendente sugli eventi in preparazione alla finale di UEFA Champions League allo Stade de France il 28 maggio 2022 a Parigi”.

    Il comitato di revisione dovrebbe incontrare i rappresentanti dei fan, incluso lo Spirit of Shankly dei tifosi del Liverpool, sabato.

    Leave a Comment